Dynalp Nature-Rete NaturAlpi AlpeNetzwerk Natur indietro »

Inizierà a gennaio 2015 il Progetto Transnazionale Dynalp Nature che coinvolgerà i ragazzi di alcune scuole della Comunità Montana nella campagna del 'Rispetto della Natura' con un concorso di disegno/foto/locandine. Seguirà poi nei mesi di marzo, aprile e maggio la parte del progetto dedicato alla Land Art in cui i ragazzi parteciperanno alla costruzione di alcune opere, coordinati dall'esperto Nicolas Vavassori, che verranno installate su alcune piste ciclabili.

Fase 1 del progetto: “RispettiAmo la natura”

A seguito della presentazione del Progetto Dynalp Biodiversità - Rete NaturAlpi-Alpennelzwerk Nature ai referenti degli Istituti Comprensivi aderenti al progetto tra cui Caneva-Polcenigo, Maniago e Montereale Valcellina è stata avviata la prima fase del progetto relativa al Rispetto della natura.

La sensibilizzazione dei ragazzi verso le tematiche ambientali e naturali è l'obiettivo prefissato per la prima fase del Progetto Dynalp Biodiversità - Rete NaturAlpi-Alpennelzwerk Nature. Il nome scelto per rappresentare questa fase è 'RispettiAmo la natura' con il significato insito del rispetto della natura perchè la si ama. Il coinvolgimento dei bambini e ragazzi nei confronti delle tematiche ambientali mira a renderli ad oggi dei piccoli rangers, dei fruitori consapevoli e responsabili, con l'augurio che crescendo facciano sempre più propri questi valori.

La Fase 1 del progetto ha previsto una lezione frontale per ciascuna classe coinvolta, con la guida naturalistica del Parco delle Dolomiti Friulane, p.to agr. Fabiano Bruna, in cui sono stati approfonditi i temi legati al rispetto della natura e degli ambienti naturali. Particolare importanza è stata data alla comprensione dei limiti che l'uomo deve avere quando si approccia al mondo naturale, riprendendo la linea comune della campagna 'Respektiere deine Grenzen', un progetto transnazionale che ad oggi coinvolge l’Austria, la Francia e la Svizzera.

La campagna si basa su tre pilastri:

Riconoscere le aree protette tramite la segnaletica;

Informare e sensibilizzare la popolazione sull’importanza della tutela dell’ambiente naturale;

Lavorare con i media per divulgare la campagna.

L’aumento della pressione sulla natura da parte dei turisti non sempre responsabili, come chi pratica l’attività di downhill o di sci alpinismo fuori dalle piste battute, può essere fonte di danno per la flora e la fauna locali. Attraverso questa campagna, tramite l’utilizzo di video dai toni forti e provocatori, i collaboratori del progetto mirano alla sensibilizzazione dei turisti, cercando di renderli maggiormente consapevoli della necessità di rispettare gli animali e l’ambiente naturale.

La prospettiva di questa campagna è di coinvolgere tutte le aree alpine per sensibilizzare maggiormente la popolazione.

Agli alunni è stato spiegato in cosa consiste la biodiversità e cosa comporta la perdita della stessa a causa di una cattiva gestione e utilizzo degli ambienti naturali. Inoltre, è stata fatta una panoramica temporale di come l'uomo si è relazionato alla natura dalla preistoria fino ai giorni nostri, sono stati trattati i temi dell'aumento del turismo nelle zone naturali, con un conseguente incremento della pressione antropica sulle stesse (costruzione di impianti di risalita, alberghi, ristoranti, aumento del flusso turistico, ecc). L'attenzione dei bambini e ragazzi è stata portata poi sulle problematiche legate ad alcune attività come lo sci fuori pista, l'elisky, il downhill, e altre che attirano i turisti più avventurosi che non tengono conto della presenza di piante e animali, gli ultimi soprattutto durante il periodo invernale si trovano spesso in situazioni critiche a causa della scarsità di cibo ed anche un piccolo disturbo può comportare un massimo dispendio energetico che ne potrebbe compromettere la sopravvivenza.

La riflessione finale è stata posta sulla frase 'Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te', lasciando la possibilità e il tempo agli alunni per farla propria e come spunto di riflessione sul tema trattato e come porta aperta per la seconda fase del progetto a cui parteciperanno.

Non sono mancate le domande e le curiosità dei bambini/ragazzi che si sono dimostrati attivi e partecipi.

Fase 2 del progetto: Concorso di illustrazione “RispettiAmo la natura”

All'interno del progetto, la Fase 2 relativa al Concorso di illustrazione ‘RispettiAmo la natura’ ha visto la partecipazione di varie classi degli Istituti Comprensivi di Maniago, Montereale Valcellina e Caneva-Polcenigo attraverso la realizzazione di una foto o disegno con slogan oppure una locandina.

Dei vari elaborati pervenuti, i vincitori sono stati premiati a Maniago in presenza delle autorità e dei partner di Alleanza nelle Alpi provenienti da Germania ed Austria Venerdi 22 Maggio 2015:

Sezione Bambini: LEONARDO BRUN & GIORGIA CELANT -  Classe 4ª - Scuola Primaria "Vittorino da Feltre" di Polcenigo  - ISTITUTO COMPRENSIVO "A. ZANZOTTO" di CANEVA e POLCENIGO

Sezione Ragazzi: Classe 2ª  - Scuola Secondaria di Primo Grado di Claut - ISTITUTO COMPRENSIVO "D. M. TUROLDO" di MONTEREALE VALCELLINA

Priorità ai giovani e alle loro capacità per favorire stili di vita che rispettino l'ambiente ed aiutino le future generazioni ad avere una mentalità in armonia la natura!

Fase 3 del progetto: Laboratorio tecnico-pratico di Land Art

L’ultima fase del progetto ha permesso ai giovani alunni di 4 classi della Scuola Secondaria di Primo Grado degli Istituti Comprensivi di Caneva-Polcenigo, Maniago e Montereale Valcellina, dopo alcuni momenti di formazione teorica, analisi di immagini artistiche e alcune nozioni storiche, di poter sperimentare la creatività della natura attraverso l'utilizzo di materiali naturali per la realizzazione di 4 opere d'arte lungo la pista ciclabile che va da Polcenigo a Claut. In tutto questo percorso i ragazzi sono stati sostenuti e coordinati dall’artista Nicolas Vavassori che li ha guidati alla scoperta dei metodi di realizzazione delle opere di Land Art. Assieme all’artista i giovani allievi hanno definito il progetto, in alcuni casi legato alle leggende popolari del luogo o frutto della fantasia della classe, e l’hanno in seguito realizzato con le più svariate tecniche della Land Art, dalla festonatura in paglia, all’intreccio di rami e alla messa in posa di sassi raccolti dal greto.

Le opere di LAND ART presentate sono visitabili lungo la pista ciclabile che va da Polcenigo a Maniago e nel complesso sono 4:

IL SERPENTE D'ACQUA a Polcenigo – Classe 1^B - aiuola della Scuola Statale

IL BASILISCO a Montereale Valcellina – Classe 2^C - aiuola pubblica in Piazzetta San Floriano

LA PASSEGGIATA DEL DINOSAURO a Claut – Classe 2^ - Conca Verde

LA RAGNATELA DELL'AMICIZIA a Maniago – Classe 1^C - aiuola pubblica presso il centro sportivo



PARTNER